Home / Notizie Ares / Formazione ed attività / CORSO TEC – TECHNICAL EXPERT COURSE 7-13/6/2014 REVINGE-SVEZIA

CORSO TEC – TECHNICAL EXPERT COURSE 7-13/6/2014 REVINGE-SVEZIA

Continua l’attività formativa dell’ARES a livello Europeo, siamo convinti che sia fondamentale apprendere e uniformarsi al linguaggio del resto dell’Europa in materia di Maxiemergenze, pertanto al prossimo corso TEC-Technical Expert Course che si terrà a Revinge in Svezia dal 7 al 13 giugno parteciperà il nostro Piercarlo Scarone. La presenza della nostra associazione a livello Europeo è costante e proficua. Auguriamo a Piercarlo un buon lavoro.

Segreteria Ares

 

IL COMMENTO DI PIERCARLO SCARONE:

Il Corso TEC (Technical Expert Course) si è svolto presso il Centro di formazione dell’MSB di Revinge (Svezia) dal 7 al 13 giugno 2014.

Al Corso hanno partecipato esperti provenienti da numerose nazioni dell’UE, ciascuno con competenze specifiche in campi che andavano dal trattamento delle acque per uso umano alle polluzioni marine al CBRN al SAR all’inquinamento del suolo; io ero l’unico medico, con expertise in Disaster Medicine.

Lo scopo del Corso non è di valutare il grado di competenza dei singoli esperti, ma  di fornire anzitutto informazioni sulla struttura del Meccanismo Europeo di Protezione Civile, quindi di approfondire le dinamiche del lavoro in piccoli teams, a partire dalla gestioni dei conflitti interni fino ad arrivare all’analisi delle modalità con cui gli esperti si devono rapportare con i vari “attori” presenti sulla scena dell’intervento.

I primi giorni sono stati occupati pressoché interamente dalle lezioni teoriche, non frontali in senso stretto, ma molto interattive: i partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi (Alfa, Bravo, Charlie) che avrebbero rappresentato i teams inviati dall’EU (EUCPT) per una valutazione in un setting di disastro (inondazione conseguente a tifone). Le lezioni sono state tenute da esperti internazionali nella gestione delle problematiche relazionali, da personale dell’EU in servizio all’ERCC, da team leader esperti, responsabili di missioni internazionali.

Alla fase teorica ha fatto seguito la fase pratica, anche questa non mirata ad una valutazione delle competenze, ma focalizzata sull’apprendimento delle dinamiche nella gestione della missione.

Ogni team è stato provvisto di un veicolo con cui spostarsi nella regione di Skania, per poter prendere contatto con le varie Autorità locali (sindaco, capo dei servizi sanitari, capo dei servizi di emergenza, rappresentante della IRC, capo della polizia, comandante militare di zona) al fine di potersi fare un quadro esatto della situazione. I teams sono stati inoltre forniti di apparati di radiocomunicazione (radio UHF e telefono satellitare) per poter comunicare con il centro di coordinamento, e di localizzatore GPS, per poter raggiungere, grazie alla coordinate che venivano loro comunicate, alcune aree delle quali erano incaricati di  effettuare la valutazione.

Ciascun team era accompagnato da un tutor, con funzioni di osservatore: il tutor poteva disporre dei momenti di “time out”, particolarmente utili dopo i meeting con le Autorità per analizzare le dinamiche emerse durante i meeting stessi.

Alla fine di ogni giornata è stato redatto un “Situation Report”, inviato via mail all’ERCC di Bruxelles, mentre alla fine dell’esercizio si sono simulati, con molto realismo, il meeting con il Delegato dell’UE in loco e il meeting con il LEMA (Local Emergency Management Authority). In videoconferenza con l’ERCC di Bruxelles sono stati inoltre analizzati i report inviati dai teams, al fine di evidenziare eventuali lacune di informazione.

Globalmente il giudizio sul Corso è ampiamente positivo. Il clima creato dagli Istruttori è stato assolutamente positivo, le inevitabili difficoltà linguistiche sono state rapidamente superate, ed i risultati sono stati molto apprezzati anche dall’ERCC di Bruxelles. Molto intelligentemente, il Corso non aveva finalità di valutazione delle singole expertise, ma mirava a fornire agli esperti le nozioni su quello che sarà  richiesto nelle missioni di “assessment” cui potranno essere assegnati: l’obiettivo è stato, a mio parere, assolutamente raggiunto.

Pier Carlo Sc

 

i partecipanti al corso
i partecipanti al corso

 

Top