Home / Notizie Ares / Missioni ed esercitazioni / RICHIESTA DI COLLABORAZIONE ARES-SAVE THE CHILDREN

RICHIESTA DI COLLABORAZIONE ARES-SAVE THE CHILDREN

14/10/2014 Aggiornamento informazioni progetto collaborazione con Save the children:

Informazioni di base per il deployment dello staff nella risposta umanitaria all’emergenza Ebola di Save the Children International in collaborazione con personale ARES – ITALIA

Location: Treatment Center di Kerrytown in Sierra Leone – 150 posti letto.

 Procedura di Selezione dello StaffA cura di Save the Children International – Medical Recruitment Unit tramite intervista telefonica da effettuare in lingua INGLESE

 Tempistica del deployment: La gestione delle attività cliniche del centro è basata sulla rotazione di equipe  della durata non inferiore a 6 settimanedi cui:

  • 1 settimana di viaggio tra a/r
  • 1 settimana di formazione (per la maggior parte in Sierra Leone);
  • 4 settimane di attività clinica; 

Composizione dell’equipe di rotazione:  Medici e Infermieri internazionali; Logisti, Psicologi, Farmacisti, Operatori di prevenzione e Sanità Pubblica.

 Requisiti: A parte il caso di figure professionali mediche specifiche, in generale non è necessaria un’esperienza pregressa di infettivologia. Si tratta dell’applicazione del protocollo OMS base ai fini di controllare l’infezione Ebola. E’ prevista una adeguata formazione  in fase di pre-partenza. E’ gradita l’esperienza pregressa di lavoro in paesi in via di sviluppo. Il contesto lavorativo è in lingua inglese ed è richiesta la conoscenza della lingua inglese

 Servizi coperti direttamente da Save the Children International:

  • Assicurazione;
  • Pre deployment health check e profilassi;
  • Evacuazione medica se necessario da parte del Sistema Sanitario Inglese;
  • Vitto, alloggio, trasporti, salario in base alla professionalità prestata.

ATTENZIONE:Tenuto conto del periodo di incubazione massimo del virus Ebola (21 giorni), del livello di esposizione e di quanto previsto dalla legislazione Italiana potrebbe essere previsto al ritorno un tempo di controllo (quarantena) prima di poter tornare ad esercitare in strutture sanitarie !!! (significa che potrebbero imporci di non tornare al lavoro per 21 gg dopo rientro).

Vi chiedo di valutare ATTENTAMENTE tutte le indicazioni descritte  in precedenza, tenete anche conto delle notizie di questi giorni che hanno evidenziato la “facilità” del contagio per gli operatori sanitari (infermiera spagnola ed americana) anche in “contesti sanitari occidentali”.

Se anche solo una delle indicazioni descritte creano problemi alla possibile vostra partecipazione vi chiedo di bloccare il vostro interesse a partecipare alla missione in questa fase preliminare.

Chiedo pertanto SOLOa chi è realmente interessato allo step successivo di inviarmi un messaggio SMS al numero 3493164711 scrivendo nome cognome e la frase: aderisco a step successivo progetto Ebola. Il messaggio và inviato entro le ore 18 del 15 Ottobre 2014.

Un caro Saluto                                                                             Mario Caroli

 

 

 

1/10/2014        A tutti i soci Ares.

Nell’ottica di cercare di mantenere alta la nostra operatività anche in “tempo di pace” stiamo cercando di valutare vie alternative ed innovative che ci tengano costantemente attivi.

Infatti nelle ultime esperienze internazionali ci siamo resi conto che le necessità sanitarie in caso di catastrofe travalicano le problematiche prettamente traumatologiche e richiedono competenze e conoscenze di igiene ambientale, malattie infettive, sanità pubblica etc, etc.

Per questo motivo abbiamo concordato la possibilità di effettuare esperienze in collaborazione con Save the Children UK per periodi brevi (1-2 mesi) per la gestione dell’emergenza Ebola.

Sono richieste tutte le professionalità (medici, infermieri, logisti, igienisti, farmacisti, psicologi)

Chi fosse interessato è pregato di contattare telefonicamente Mario Caroli entro il 15 Ottobre al 3493164711

Un caro saluto a tutti

Segreteria Ares, Olivia

Mario Caroli

Top